Pavillon ARTaud | Arte e didattica della multimedialità

Locandina mostra


Lascia un commento

Mostra “Man Ray a Villa Manin”

Dal 13 settembre 2014 all’11 gennaio 2015 Villa Manin a Passariano di Codroipo (Udine) ospita una mostra dedicata a Man Ray (1890-1976), con oltre 300 opere fra fotografie, oggetti, dipinti, disegni e film sperimentali di uno degli artisti più significativi del Novecento, autore di vere e proprie icone del secolo scorso come Le Violon d’Ingres Noire et blanche.
La mostra attraversa tutta la vita dell’artista, dagli anni d’esordio alle prime opere dadaiste; dall’arrivo a Parigi nel 1921, alla fuga dalla Francia occupata dopo un ventennio di attività intensissima; dagli anni di Hollywood, dove Man Ray si stabilisce al ritorno in America, agli ultimi due decenni di vita trascorsi a Parigi.
Durante il periodo di apertura della mostra è in programma la proiezione dei suoi film La retour a la raisonL’etoile de mer ed Emak Bakia, con musiche originali composte da Teho Teardo. (Fonte: Il Post)

Presentazione sul sito di Villa Manin, con scheda biografica e galleria opere
Galleria immagini sul portale Rai Cultura

Annunci
John Cage


Lascia un commento

Anniversario John Cage

John Cage oggi avrebbe compiuto 102 anni.
È stato anzitutto musicista e compositore, ma anche scrittore, performer, pittore, un vero artista multimediale. Le voci a lui dedicate su Wikipedia e su Enciclopedia Treccani (quest’ultima con vari approfondimenti) presentano sinteticamente ma bene il suo lavoro, la sua poetica e le varie fasi della sua opera. Importanti per conoscere la figura del compositore americano, sono anche il sito e il blog ufficiali del John Cage Trust, istituzione non-profit «la cui missione è quella di raccogliere, organizzare, conservare, diffondere, e in generale ulteriormente il lavoro del compianto compositore americano John Cage.» Inoltre si può segnalare il sito John Cage in Italia, il cui proposito «è di costruire lentamente e pazientemente un solido riferimento per i passaggi di John Cage in Italia i quali, in un modo o nell’altro, hanno segnato il suolo di questo paese indelebilmente.»

«È considerato una delle personalità più rilevanti e significative del Novecento. La sua opera è centrale nell’evoluzione della musica contemporanea.» (Fonte: Wikipedia); sperimentale e innovatore, fin dal primo periodo della sua attività, è il suo approccio alla composizione musicale, contrassegnato da una volontà di contaminazione con la matematica e le arti visive, con le filosofie orientali e dal carattere aleatorio.  Continua a leggere

Andy Warhol si inginocchia davanti a Alfred Hitchcock. Foto di Jill Krementz


Lascia un commento

Omaggio a Hitchcock

In copertina:
Andy Warhol si inginocchia davanti a Alfred Hitchcock.
Foto di Jill Krementz

Nel 50° anniversario del film Marnie, è stata allestita una mostra dal titolo Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures (Parma, Palazzo del Governatore, dal 17 luglio al 9 novembre 2014), che presenta fotografie, video e altri contenuti sul regista inglese e sui film da lui prodotti con la major americana (ved. articolo sul sito Artribune).

È l’occasione per proporre anche qui un omaggio al Maestro del brivido, con alcune note sulla sua attività e la segnalazione di alcuni interessanti contributi web che si ispirano alla sua figura e alla sua opera.

«Sono un regista vittima di uno stereotipo.
Se girassi “Cenerentola”, il pubblico si aspetterebbe
un cadavere nella carrozza» 
(A. Hitchcock)

Continua a leggere

Ritratto di Mario De Biasi


Lascia un commento

Addio a Mario De Biasi

Mario De Biasi se ne è andato oggi, a 90 anni.
Nacque nel 1923 a Sois, nei pressi di Belluno, milanese di adozione dal 1938. Inizia a fotografare nel 1945 studiando su un manuale rinvenuto fra le macerie di Norimberga, dove si trova deportato.
Ritornato in Italia, tiene la sua prima mostra personale nel 1948 e nel 1953 entra a far parte della redazione di Epoca, periodico per il quale realizza, in più di trent’anni, centinaia di copertine e innumerevoli reportage da tutto il mondo.  Continua a leggere

Copertina libro di Emiliano Ponzi


Lascia un commento

Charles Bukowski, una vita da copertina: intervista con l’illustratore Emiliano Ponzi

In un articolo di Giulio Passerini su Panorama.it è riportata un’intervista con l’illustratore milanese Emiliano Ponzi sul suo lavoro editoriale per Feltrinelli Editore: le copertine per i libri di Charles Bukowski. Come si disegna la cover di un classico?

Galleria delle copertine di Emiliano Ponzi per i libri di Bukowski

Peter Greenaway


Lascia un commento

Lectio magistralis di Peter Greenaway sull’analfabetismo visuale

Tutti in questa sala siete analfabeti visuali”.
Peter Greenaway ha iniziato con una provocazione la sua lectio magistralis, “Come raccontare un’opera d’arte”, nell’ambito della rassegna “Il gioco serio dell’arte”, curata da Massimiliano Finazzer Flory, che si è tenuta lunedì 8 aprile 2013 a Palazzo Barberini di Roma. Un ciclo di incontri giunto alla sua settima edizione, sponsorizzato da Il gioco del Lotto-Lottomatica, rappresentato in sala da Marzia Mastrogiacomo, direttore di Lotto.

In un articolo de “Il Sole 24 Ore” viene presentato un resoconto dell’incontro con il famoso regista britannico.

Copertina del libro "Il condottiero"


Lascia un commento

“Il Condottiero” di Georges Perec

In occasione del trentesimo anniversario della morte di Georges Perec (1936-1982), esce il suo primo romanzo compiuto, intitolato Il Condottiero, scritto tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60, che si credeva perduto.

Pubblicato per la prima volta dalla casa editrice francese Seuil all’inizio di quest’anno, il libro arriva in Italia, edito da Voland, nella traduzione di Ernesto Ferrero e corredato da due saggi importanti, uno di Claude Burgelin, già presente nell’edizione francese e uno dello stesso Ferrero, scritto appositamente per questa uscita.  Continua a leggere

La stazione Toledo della metropolitana di Napoli


Lascia un commento

La nuova stazione Toledo della Metropolitana di Napoli eletta la più bella d’Europa

Toledo è la nuova stazione della Linea 1 metropolitana di Napoli aperta al pubblico da lunedì 17 settembre. Prende il nome dalla via più centrale della città e entra a far parte del circuito delle “Stazioni dell’Arte” di Metronapoli.

Il progetto, che porta la firma dell’architetto catalano Oscar Tousquets Blanca, presenta gli interni con opere di William Kendridge, Bob Wilson e Achille Cevoli, sui temi della luce e del mare, con mosaici e installazioni.
Aperta da poche settimane, è stata selezionata dal quotidiano inglese Telegraph come la più bella stazione di metropolitana di tutta Europa.  Continua a leggere

Manetas mentre esegue i "Paintings"


Lascia un commento

La pittura immaginata. Miltos Manetas e i suoi “Blackberry Paintings” a Roma

In copertina:
Miltos Manetas mentre esegue un "Blackberry Painting"

“L’atmosfera era di magica esospensione, la sera del 22 novembre, negli spazi storici del Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia (l’evento era il secondo della serie Spiritodue, progetto curato da Valentina Ciarallo). Miltos Manetas, artista di origine greca ma italiano d’adozione, ha stupito tutti con una mostra / performance di rara intensità. Il suo progetto Blackberry Paintings, che porta avanti dal 2010 – finora visibile solo online – ha trovato nella cornice antica e sacrale del complesso romano il setting ideale.”

Articolo su Artribune con foto e video
Blackberry Paintings sul sito di Miltos Manetas

Homepage sito 150 storia d'Italia


Lascia un commento

150 Storia d’Italia negli Archivi Alinari

Con 15.000 fotografie archiviate, il portale 150 Storia d’Italia negli Archivi Alinari offre una panoramica dei fatti più significativi e dei principali personaggi che hanno fatto la storia del nostro Paese. E ancora, opere d’arte, spaccati di vita quotidiana, paesaggi noti o angoli remoti dell’Italia, il tutto raccolto in album virtuale da sfogliare online.

Frutto della collaborazione fra l’Università IULM, l’Università degli Studi di Milano e Fratelli Alinari – Fondazione per la Storia della Fotografia, il progetto (che ha visto la luce grazie al contributo di Fondazione Cariplo) è stato presentato il 22 ottobre 2012, all’Università IULM in occasione dell’incontro “La scuola digitale del futuro”, centrato sui nuovi orizzonti della didattica raggiungibili attraverso l’utilizzo delle più moderne tecnologie informatiche.

Dall’Unità d’Italia all’oggi, dall’Incontro di Teano alla Seconda Repubblica, da Crispi a Berlusconi, passando per le due Guerre Mondiali. Dal Brigantaggio a Tangentopoli, dal boom economico all’austerity degli anni ’70. Da Cinecittà allo stabilimento Fiat di Mirafiori. Da Quo Vadis alla ‘500. Il portale è un archivio di immagini capace di regalare spaccati del passato e del presente.  Continua a leggere