Pavillon ARTaud | Arte e didattica della multimedialità

Locandina mostra


Lascia un commento

Mostra “Man Ray a Villa Manin”

Dal 13 settembre 2014 all’11 gennaio 2015 Villa Manin a Passariano di Codroipo (Udine) ospita una mostra dedicata a Man Ray (1890-1976), con oltre 300 opere fra fotografie, oggetti, dipinti, disegni e film sperimentali di uno degli artisti più significativi del Novecento, autore di vere e proprie icone del secolo scorso come Le Violon d’Ingres Noire et blanche.
La mostra attraversa tutta la vita dell’artista, dagli anni d’esordio alle prime opere dadaiste; dall’arrivo a Parigi nel 1921, alla fuga dalla Francia occupata dopo un ventennio di attività intensissima; dagli anni di Hollywood, dove Man Ray si stabilisce al ritorno in America, agli ultimi due decenni di vita trascorsi a Parigi.
Durante il periodo di apertura della mostra è in programma la proiezione dei suoi film La retour a la raisonL’etoile de mer ed Emak Bakia, con musiche originali composte da Teho Teardo. (Fonte: Il Post)

Presentazione sul sito di Villa Manin, con scheda biografica e galleria opere
Galleria immagini sul portale Rai Cultura

Annunci
Andy Warhol si inginocchia davanti a Alfred Hitchcock. Foto di Jill Krementz


Lascia un commento

Omaggio a Hitchcock

In copertina:
Andy Warhol si inginocchia davanti a Alfred Hitchcock.
Foto di Jill Krementz

Nel 50° anniversario del film Marnie, è stata allestita una mostra dal titolo Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures (Parma, Palazzo del Governatore, dal 17 luglio al 9 novembre 2014), che presenta fotografie, video e altri contenuti sul regista inglese e sui film da lui prodotti con la major americana (ved. articolo sul sito Artribune).

È l’occasione per proporre anche qui un omaggio al Maestro del brivido, con alcune note sulla sua attività e la segnalazione di alcuni interessanti contributi web che si ispirano alla sua figura e alla sua opera.

«Sono un regista vittima di uno stereotipo.
Se girassi “Cenerentola”, il pubblico si aspetterebbe
un cadavere nella carrozza» 
(A. Hitchcock)

Continua a leggere

Calendario Pirelli 2014, mese di gennaio


Lascia un commento

Calendari fotografici d’autore

In copertina:
mese di gennaio del Calendario Pirelli 2014,
fotografia di Helmut Newton

«Dagli anni 80 i calendari diventarono popolari, oggetto di regalo per le industrie, allegati ai giornali, venduti nelle edicole e i contenuti sempre più stupefacenti (dalle attrici nude ai calciatori, dal calendario del Grande Fratello a quello sui tatuaggi).
Accanto ai calendari popolari crescevano i calendari artistici che valorizzavano i fotografi e creavano lavoro per i fotografi stessi. Calendari prodotti per le grandi industrie come oggetto di regalo. Calendari sofisticati venduti in particolari punti vendita con fotografie di artisti celebri.
Insieme si è sviluppato il piccolo collezionismo di calendari celebri e con questo la parola “calendario fotografico” ha perso un po’ il significato originario per diventare in realtà una raccolta di belle fotografie o in certi casi una raccolta di soggetti più o meno ambiti dal fruitore del calendario. Quindi un oggetto da tenere, da conservare, da appendere, da mostrare, da incorniciare.
Oggetto di collezionismo per gli appassionati di fotografia. E un oggetto così prezioso deve avere alcune caratteristiche essenziali: un contenuto importante, un editing scrupoloso e creativo insieme e una confezione perfetta. Intesa come carta, stampa, grafica.»

Così scrive Grazia Neri, direttrice dell’agenzia fotografica omonima, nel 2009 a proposito dei calendari fotografici, in occasione della mostra dei Calendari Epson alla Triennale di Milano.

Nel vasto e variegato panorama dei calendari fotografici che vengono donati, distribuiti attraverso riviste o venduti, occorre ricordare quei calendari che, coinvolgendo artisti o maestri della fotografia, si distinguono per l’originalità del progetto, la qualità delle immagini e il pregio della confezione.
Vediamone alcuni.  Continua a leggere

Inquadratura da Sunset Boulevard


Lascia un commento

I luoghi dei delitti

In copertina:
 la celebre inquadratura in "falsa soggettiva" della piscina
 tratta dal film Sunset Boulevard di Billy Wilder (1950)

Uno dei soggetti più trattati in ambito fotografico è la rappresentazione dei luoghi. Paesaggi, reportage geografici, street photography sono alcuni generi fotografici che esibiscono scorci o panoramiche di località e sono in grado, nei casi migliori, di restituirne efficacemente l’aspetto estetico, la conformazione, le atmosfere e gli stili di vita.

Vari autori, invece, hanno preso in considerazione, con diversi approcci, dei tipi particolari di luoghi: quelli in cui sono stati commessi dei delitti. Questa scelta è motivata sicuramente da una esigenza di documentazione dei fatti che lì si sono svolti, ma permette anche di riflettere sulle storie individuali e sui drammi umani che contengono e sui risvolti sociali e politici a cui rimandano, non trascurando le componenti visive e concettuali delle immagini.

Di seguito presento alcuni di questi progetti fotografici.
Continua a leggere

Logo "vice versa"


Lascia un commento

“vice versa”: il Padiglione Italia alla 55^ Biennale di Venezia

Francesco Arena, Massimo Bartolini, Gianfranco Baruchello, Elisabetta Benassi, Flavio Favelli, Luigi Ghirri, Piero Golia, Francesca Grilli, Marcello Maloberti, Fabio Mauri, Giulio Paolini, Marco Tirelli, Luca Vitone, Sislej Xhafa.

Questi i nomi dei 14 artisti scelti da Bartolomeo Pietromarchi per il Padiglione Italia alla 55^ Biennale di Venezia che si terrà dal 1 giugno al 14 novembre 2013. A presentarli lo stesso curatore ed il Commissario del Padiglione, Maddalena Ragni, nella conferenza svoltasi a Roma nella sede del MibacContinua a leggere

Manetas mentre esegue i "Paintings"


Lascia un commento

La pittura immaginata. Miltos Manetas e i suoi “Blackberry Paintings” a Roma

In copertina:
Miltos Manetas mentre esegue un "Blackberry Painting"

“L’atmosfera era di magica esospensione, la sera del 22 novembre, negli spazi storici del Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia (l’evento era il secondo della serie Spiritodue, progetto curato da Valentina Ciarallo). Miltos Manetas, artista di origine greca ma italiano d’adozione, ha stupito tutti con una mostra / performance di rara intensità. Il suo progetto Blackberry Paintings, che porta avanti dal 2010 – finora visibile solo online – ha trovato nella cornice antica e sacrale del complesso romano il setting ideale.”

Articolo su Artribune con foto e video
Blackberry Paintings sul sito di Miltos Manetas

Doping Thrower


Lascia un commento

“Doping Thrower”, un’installazione d’arte di Fabrica a Londra per promuovere la cultura dell’etica sportiva

Il 27 luglio 2012, presso la Galleria Dray Walk (la Old Truman Brewery) di Londra, Fabrica presenta “Doping Thrower”, un’installazione ideata ed eseguita dall’artista cubano Erik Ravelo.

La scultura, ispirata al Discobolo di Mirone, che è un simbolo della passione per i Giochi Olimpici e del culto della perfezione fisica umana, rappresenta un atleta completamente soffocato da centinaia di multicolori capsule, fiale, compresse e anche una flebo.  Continua a leggere

Invito mostra Colors a Londra


Lascia un commento

La rivista Colors al Design Museum di Londra

Dal 3 al 13 aprile 2012 la rivista Colors sarà ospite del Design Museum di Londra con la mostra “Happiness and other survival techniques“.
Un’esposizione ispirata alla trilogia di pubblicazioni del magazine denominata “Survival Guides” (n.81 – Transportn.82 – Shitn.83 – Happiness,). La mostra sarà contemporaneamente presentata ai Benetton Store Icon di Londra, di Milano (Corso Vittorio Emanuele II), di Barcellona e di Parigi attraverso la proiezione di video e animazioni artistiche sul progetto Benetton Live Windows, grandi videowall ad alta definizione, collegati in rete, che trasformano le vetrine tradizionali in finestre hi-tech multimediali.  Continua a leggere